BANCA POPOLARE DI BARI usa cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito.
Clicca sul tasto ACCETTO per consentire l'utilizzo dei cookies. Scopri di più.

BPBroker usa cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito.
Clicca sul tasto ACCETTO per consentire l'utilizzo dei cookies. Scopri di più.

X

Banca Popolare di Bari

Il sito di Internet Banking è momentaneamente fuori servizio. Vi preghiamo di riprovare più tardi.

X

Gruppo Banca Popolare di Bari

Il sito è momentaneamente fuori servizio. Vi preghiamo di riprovare più tardi.

Torna indietro

Sostegno per le Aziende

Covid-19-Aziende
BPB_Banner_SOSTEGNO FINANZIARIO IMPRESE copy
icona-carrello

Misure di sostegno finanziario alle micro, piccole e medie imprese colpite dall’epidemia di COVID-19

La Banca Popolare di Bari in A.S. ha dato immediata esecuzione alle iniziative a sostegno delle Imprese inserite nel Decreto “Cura Italia” del 17 marzo e del Decreto 104 del 14 Agosto 2020.

 

Le Imprese che intendano avvalersi delle agevolazioni previste dall’art. 65 del Decreto Agosto, potranno beneficiare della misura senza necessità di recarsi in Filiale.

icona-porta-ingresso

Come fare per accedere al sostegno

Tutta la procedura sarà attivata e perfezionabile a mezzo PEC ovvero mezzo mail (avendo cura in tal caso di allegare apposito documento di riconoscimento) inviando i moduli di richiesta disponibili online

 

 

Proroga della moratoria per le PMI ai sensi del c.d. Decreto Agosto

 

Con riferimento alla situazione di emergenza legata alla pandemia COVID-19, in Gazzetta Ufficiale n. 203 del 14 agosto 2020 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 104 del 14 agosto 2020 (c.d. Decreto Agosto) recante ulteriori “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia”.

In particolare, l’art. 65 del citato Decreto, rubricato “Proroga moratoria per le PMI ex articolo 56 del Decreto-Legge n. 18 del 17 marzo 2020 c.d. Decreto Cura Italia”, dispone la proroga dei termini, prima stabiliti dal citato D.L. “Cura Italia”, dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 della misura di moratoria straordinaria dei prestiti e delle linee di credito introdotta a favore delle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza sanitaria.

Lo stesso Decreto Agosto, ai sensi dell’art. 77 (misure urgenti per il settore turistico) prevede la proroga della moratoria sino al 31 marzo 2021 per le aziende operanti nel settore (in attesa di conferma della Commissione europea).

La Banca, pertanto, proroga automaticamente la moratoria al 31 gennaio 2021, per i finanziamenti già oggetto della moratoria precedentemente concessa sino al 30 settembre 2020,senza alcuna formalità, salva espressa rinuncia da far pervenire alla Filiale \ Consulente Corporate di riferimento entro il termine del 30 settembre 2020. Il Cliente può espressamente richiedere la rinuncia compilando e sottoscrivendo l’apposito Modulo di Rinuncia”.

La proroga della moratoria sino al 31 marzo 2021 per le aziende operanti nel settore turistico sarà invece perfezionata non appena la Commissione europea abbia confermato la misura.

Si evidenzia, inoltre, che le imprese che non abbiano già beneficiato della moratoria, in possesso dei requisiti previsti, possono essere ammesse alla stessa entro il 31 dicembre 2020, secondo le medesime condizioni e modalità previste dall’art. 56 del D.L. “Cura Italia”, facendo richiesta mediante invio – a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) - del Modulo di Richiesta (modulo All.1 e All.2), compilato e sottoscritto, ad uno degli indirizzi di seguito riportati, in base alla Regione in cui è ubicata la filiale di riferimento del rapporto oggetto della sospensione:

 

 

  •  Puglia, Molise:

atimprese2.bpbari@postacert.cedacri.it

  • Basilicata, Campania, Calabria, Lazio:

areaterritorialeimprese4@postacert.cedacri.it

  • Abruzzo, Marche, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna:

areaterritorialeimprese6@postacert.cedacri.it

 

Le moratorie si attiveranno non oltre il 15° giorno lavorativo successivo alla richiesta dall’impresa beneficiaria.

 

 

COSTI A CARICO DELLA CLIENTELA

In linea con quanto previsto dal Decreto, l’adesione all’iniziativa non comporta costi addizionali. Si precisa, comunque, che la fisiologica estensione temporale del finanziamento, comporta – per tale periodo - il pagamento degli oneri che maturano in ragione del tempo (interessi per i finanziamenti rateali e commissioni e interessi per gli altri affidamenti).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni vi ricordiamo che è a disposizione il numero verde 800 005 444 dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00