BANCA POPOLARE DI BARI usa cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies. Scopri di più.

Torna indietro

BPB e Cerved Credit Management Group perfezionano un accordo di partnership industriale per la gestione delle sofferenze e degli unlikely to pay

Comunicati stampa price sensitive Comunicati stampa

Bari - San Donato Milanese, 29 dicembre 2017 - Banca Popolare di Bari S.c.p.A (“BPB”), capogruppo dell’omonimo gruppo bancario (“Gruppo BPB”), e Cerved Credit Management Group S.r.l. (“Cerved Credit Management Group”), controllata indiretta di Cerved Information Solutions S.p.A. (MTA: CERV), holding direzionale al vertice del gruppo e primario operatore in Italia nell’analisi del rischio di credito e nel credit management, hanno perfezionato in data odierna un accordo per una partnership industriale di lungo termine per la gestione dei crediti in sofferenza e delle inadempienze probabili (insieme, gli “NPLs”) del Gruppo BPB.

In linea con il comunicato stampa dello scorso 19 settembre 2017, l’accordo decennale perfezionato in data odierna ha ad oggetto la gestione di circa Euro 1,1 miliardi di NPLs inizialmente, cui verranno aggiunti il 75% dei flussi futuri di sofferenze e il 55% dei flussi futuri di inadempienze probabili che saranno generati dal Gruppo BPB.

Nell’ambito dell’accordo, in data odierna Cerved Credit Management Group ha perfezionato l’acquisto da BPB dell’intero capitale di Credit Management S.r.l., attiva nella gestione degli NPLs del Gruppo BPB, per un corrispettivo di Euro 18,0 milioni. A tale corrispettivo potrebbe aggiungersi un earn-out di massimi Euro 3,0 milioni basato sul raggiungimento di risultati economici conseguiti nell’arco temporale sino al 2021.

Per la strutturazione dell’operazione il Gruppo BPB è assistito da KPMG Advisory S.p.A. quale advisor finanziario, e dallo Studio Legale RCC per gli aspetti legali.

Cerved Credit Management Group è stata assistita da Latham & Watkins per gli aspetti legali e da Pirola, Pennuto, Zei e Associati per la due diligence fiscale.