BANCA POPOLARE DI BARI usa cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies. Scopri di più.

Torna indietro

Banca Popolare di Bari, sottoscritta dalla BEI obbligazione senior di 150 milioni di euro

Comunicati stampa price sensitive

BEI sottoscrive 150 milioni di euro derivanti da una cartolarizzazione di crediti a PMI del Gruppo BPB. La provvista finanziaria fornita dalla BEI verrà utilizzata da BPB attraverso nuove erogazioni volte a promuovere investimenti e finanziare il capitale circolante delle PMI italiane, confermando in tal senso il forte impegno del Gruppo nel supporto al tessuto imprenditoriale territoriale e nazionale. Tale iniziativa si aggiunge alla recente sottoscrizione dell’accordo tra il Gruppo BPB ed il Gruppo BEI (SME Initiative), volto all’erogazione nel triennio 2018-2020 di circa 200 milioni di euro alle PMI del Mezzogiorno.

 

Bari, mercoledì 28 febbraio 2018 – Nella giornata odierna Banca Popolare di Bari e la controllata Cassa di Risparmio di Orvieto hanno completato con successo un’operazione di ristrutturazione della cartolarizzazione “2017 Popolare Bari SME” relativa a mutui ipotecari e chirografari erogati a piccole e medie imprese volta all’ulteriore efficientamento del profilo di liquidità del Gruppo BPB.

L’operazione complessiva è stata perfezionata attraverso l’emissione di due nuovi titoli di Classe Senior per complessivi 170 milioni di euro (una Senior fast pay da 20 milioni di euro e un’altra Senior slow pay da 150 milioni di euro) e di un nuovo titolo di Classe Mezzanine di 57,4 milioni di euro. Tali titoli di nuova emissione si sono aggiunti alle note già emesse nel corso del 2017 dallo stesso veicolo di cartolarizzazione, ovvero una nota di Classe Senior fast pay di ammontare residuo pari a 329,5 milioni di euro e due note di Classe Junior per complessivi 351,8 milioni di euro. In termini di rating, le note di Classe Senior fast pay hanno ottenuto un rating tripla A e le note di Classe Senior slow pay un rating doppia A.

Complessivamente, alla data odierna la capital structure dell’operazione è come di seguito riepilogabile:

·         Classe Senior Fast Pay: 349,5 milioni di euro, rendimento parametrato all’Euribor 3 mesi e maggiorato di uno spread pari a 40 bps, rating Aa2 (sf) e AAA (sf) da parte, rispettivamente, di Moody’s e DBRS;

·         Classe Senior Slow Pay: 150 milioni di euro, rendimento parametrato all’Euribor 3 mesi e maggiorato di uno spread pari a 52 bps, rating Aa2 (sf) e AA (high) (sf) da parte, rispettivamente, di Moody’s e DBRS;

·         Classe Mezzanine: 57,5 milioni di euro, rendimento parametrato all’Euribor 3 mesi e maggiorato di uno spread pari a 70 bps, rating Baa2 (sf) e A (low) (sf), da parte, rispettivamente, di Moody’s e DBRS;         

·         Classi Junior: 351,8 milioni di euro, non retate.

L’obbligazione di Classe Senior slow pay da 150 milioni di euro è stata sottoscritta integralmente dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI).

Gli altri titoli di Classe Senior sottoscritti da Banca Popolare di Bari rispettano i criteri di idoneità per le operazioni di finanziamento presso la Banca Centrale Europea e consentiranno un ulteriore incremento del buffer di liquidità per oltre 300 milioni di euro.

Questa transazione rappresenta per il Gruppo Banca Popolare di Bari un ulteriore step nel processo di rafforzamento della propria posizione di liquidità nonché di diversificazione delle fonti di funding e segue l’emissione e il collocamento integrale sul mercato dei titoli di Classe Senior nell’ambito dell’operazione di cartolarizzazione di mutui residenziali completata nel corso del terzo trimestre del 2017.

Nell’ambito dell’operazione, il Gruppo BPB si è impegnato ad utilizzare la provvista finanziaria fornita dalla BEI per promuovere investimenti e finanziare il capitale circolante delle piccole medie imprese italiane, confermando in tal senso il forte impegno del Gruppo BPB nel supporto al tessuto imprenditoriale territoriale e nazionale.

Banca Popolare di Bari e Cassa di Risparmio di Orvieto sono state assistite da JP Morgan e Société Générale in qualità di arranger dell’operazione di cartolarizzazione e dagli Studi Legali RCC e Orrick in qualità di advisor legali. All’operazione hanno inoltre preso parte Securitization Services (Gruppo Finint), Bnp Paribas Securities Services e Zenith Services.